Tecniche di ipnosi

tecniche di ipnosi.png

Le tecniche per indurre uno stato ipnotico sono diverse, sebbene ognuna segua, in linea generale, gli stessi princìpi. L’applicazione di un tipo di tecnica rispetto ad un’altra dipende dalla situazione e dalle caratteristiche della persona che si sottopone all'ipnosi. Nella maggior parte dei casi, l’induzione della trance richiede che l’attenzione del soggetto sia focalizzata, in modo che la parte cosciente si “spenga” progressivamente, stimolando uno stato dissociativo che consente alla persona di esprimere le manifestazioni tipiche dell’ipnosi. In questa condizione il egli è più ricettivo, avendo ridotto l’attività della mente critica e razionale, e capace di esternare tutte quelle capacità che possiede. 

 

Le tecniche ipnotiche possono essere dirette o indirette. Le tecniche dirette sono quelle tipiche dell’ipnosi “classica”. Fanno uso di un linguaggio chiaro e direttivo, e spesso hanno un carattere autoritario. Nelle tecniche di ipnosi indiretta, la comunicazione è volutamente implicita e piuttosto che dire al soggetto cosa fare, esse tendono ad evocare una risposta inconscia. La scelta di quale applicare dipende da molti aspetti e dalle circostanze. 

Le tecniche ipnotiche fanno uso del linguaggio ma possono essere anche di tipo non verbale. Le tecniche di ipnosi non verbale sono usate soprattutto nelle procedure di ipnosi rapida o istantanea