EMDR

EMDR è l’acronimo per Eye Movement Desensitization and Reprocessing (Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso i movimenti oculari). È un metodo clinico che rientra nell’ambito delle terapie brevi. Si è rivelato molto efficace nell’intervento delle sintomatologie che si sviluppano in seguito ad un’esperienza traumatica o dopo traumi ripetuti.

Viene usata fondamentalmente per accedere ai ricordi traumatici che sono alla base dei problemi attuali del paziente, per elaborare quei ricordi e portarli ad una risoluzione adattiva. Tale elaborazione a volte non avviene come dovrebbe e l’informazione resta “bloccata”, conservando le stesse emozioni, convinzioni e sensazioni fisiche esistenti al momento dell’esperienza originale. 

Nata come terapia per il disturbo post-traumatico da stress, ma si è dimostrata molto efficace nel trattamento di numerose patologie psicologiche:

  • disturbi d’ansia 

  • fobie e disturbi di panico, che hanno ottenuto una rapida riduzione della paura e dei sintomi

  • soggetti sofferenti per eccessivo dolore dovuto a perdite di persone care (lutto complicato)

  • sintomatologia post-traumatica

  • vittime di aggressioni sessuali e\o fisiche; bambini e adolescenti traumatizzati