Ipnosi per dormire

L'insonnia è un disturbo piuttosto diffuso, è caratterizzata da difficoltà ad addormentarsi, oppure da continui risvegli durante la notte, o da risvegli precoci dopo i quali il soggetto non riesce più a riaddormentarsi.

In ogni caso, vi è una scarsa qualità del sonno che inevitabilmente influisce sulla qualità della vita e sul rendimento della persona durante la giornata.

L’insonnia può essere classificata come transitoria, quando la sua durata varia da una sola notte a poche settimane, intermittente, quando gli episodi di insonnia sono ricorrenti a distanza di tempo, e cronica, quando si verifica nella maggior parte delle notti per molti mesi.

L’insonnia transitoria e quella intermittente, sono spesso causate da condizioni di stress, derivanti da eventi esistenziali o temporanee difficoltà economiche e sociali.

L'insonnia cronica è più complessa e spesso deriva da diversi fattori quali stress cronico, fobie relative al sonno, disturbi dell'umore come depressione e ansia.

Quando l’insonnia diventa cronica, la preoccupazione di non riuscire a dormire peggiora ulteriormente la situazione. 

L'ipnosi nel trattamento dell'insonnia

L'ipnosi è una delle terapie più efficaci per curare l'insonnia, in modo particolare nelle forme acute che non rispondono alle cure medica. Nel trattamento dell’insonnia, l’ipnosi risulta particolarmente efficace per le sue capacità di ridurre gli effetti dello stress e dell’ansia che sono generalmente responsabili del disturbo. Il rilassamento rappresenta quindi, uno dei principali aspetti e obiettivi del trattamento ipnotico.

Quando l'insonnia è relativamente recente e non è l’espressione di disturbi sottostanti, l’ipnosi è essenzialmente diretta a curare il sintomo. Questo riguardo soprattutto i casi di insonnia transitoria o intermittente.

 

Per quando riguarda l’insonnia cronica, spesso essa rappresenta un sintomo minore di una forma nevrotica del soggetto. In questi casi la terapia ipnotica, piuttosto che agire sul sintomo, è diretta ad indagare le cause e a trattare la condizione che ha causato l’insonnia. L'insonnia diminuirà e scomparirà quando la tensione e lo stato di ansietà, associate alla condizione nevrotica, cominceranno ad essere sotto controllo. 

 

La terapia prevede spesso l’insegnamento dell’autoipnosi, in modo che il paziente può aiutarsi da solo nella gestione del sintomo.

Ipnosi e insonnia: Ricerche scientifiche

"The role of hypnosis and related techniques in insomnia"

Archives of Biological Sciences 

Volume 65, Issue 2, Pages: 507-510, 2013