Il narcisista “nascosto”. Chi è e come identificare un narcisista introverso.

Aggiornamento: 17 dic 2021


L’aspetto tipico del narcisismo patologico è un marcato senso di grandiosità accompagnato da un bisogno costante di attenzione e ammirazione da parte degli altri. Entrambi gli aspetti sono l’espressione di un’autostima fragile che il narcisista probabilmente ha sviluppato come conseguenza di privazioni affettive durante la prima infanzia o in seguito a sentimenti precoci di inadeguatezza. Il sé grandioso diventa un modo per il narcisista di difendersi da questi sentimenti, mentre il bisogno di attenzione serve per sostenere una precaria autostima.

Sebbene i narcisisti siano consapevoli delle loro imperfezioni, lo sono solo a livello subconscio e per gestire tutto questo proiettano i loro difetti all’esterno per evitare di prendere consapevolezza dei loro lati negativi e della loro vulnerabilità. Ciò che caratterizza ancora i narcisisti è lo scarso senso di empatia che si manifesta nell’incapacità di comprendere i bisogni degli altri, e la tendenza alla manipolazione.


Esiste un sottotipo di narcisista “nascosto” (il cosiddetto narcisista introverso o covert) che condivide tutte le caratteristiche del tipico narcisismo patologico (o narcisista overt) ma le manifesta attraverso modalità diverse. Da un punto di vista diagnostico non c’è molta differenza tra il narcisista “classico” e quello introverso, ma in quest'ultimo gli aspetti narcisistici vengono nascosti e mascherati.


In entrambe le forme di narcisismo sono presenti sentimenti di grandiosità. Mentre il narcisista classico li affronta mostrandosi superiore e arrogante, ostentando un comportamento sicuro e svalutante e un livello ridotto di ansia nelle relazioni sociali, nel narcisista introverso gli stessi sentimenti di grandiosità sono camuffati da timidezza, vergogna, introversione, insicurezza e scarsa fiducia in sé. Nel contesto sociale il narcisista introverso ha un’estrema sensibilità ai giudizi e alle critiche ed evita le relazioni sociali per timore di essere rifiutato o giudicato inadeguato.


Sia il narcisista overt che quello covert hanno difficoltà a mantenere relazioni affettive a lungo termine. Nel primo caso, il narcisista mostra un distacco emotivo e denigra le relazioni affettive fino a evitarle perché potrebbero minare la propria identità.

Nel secondo caso la difficoltà nasce da uno stile di attaccamento insicuro, con manifestazioni di ansia costante dovute alla continua paura del rifiuto e dell’abbandono. Nelle relazioni affettive, i covert possono mostrare sensibilità ma non sono realmente empatici. Il loro modo di essere non corrisponde ad una reale connessione emotiva, e si ha la sensazione di essere di fronte ad una persona fredda ed emotivamente assente.


Sia nella forma overt che in quella covert, i narcisisti hanno un continuo bisogno di ammirazione da parte degli altri per sostenere la loro fragile autostima.

A differenza dell'esibizionista, il sottotipo covert differisce perché ha non ama essere al centro dell’attenzione e non cerca apertamente ammirazione per timore di esporsi alle critiche altrui. Per questo cerca di attrarre attenzione in modo indiretto.



Il dilemma del narcisista introverso

La maggior parte delle persone con questa variante hanno sviluppato precocemente l'idea che se si espongono, potrebbero essere svalutati o rifiutati.

Così il loro dilemma è: come posso ottenere l’attenzione e l’ammirazione degli altri senza mettermi in mostra?

Per rispondere al loro bisogno mettono in atto diverse soluzioni. Uno dei modi attraverso cui affrontano il conflitto è cercando di attrarre persone che hanno idealizzato come speciali, così da sentirsi speciali per associazione. Oppure lavorano duramente per far piacere alle persone che loro ammirano. Infine per manipolare la situazione assumono il ruolo di vittima (sono caratterizzati da un vittimismo cronico) cosicché le altre persone si sentono obbligati o dispiaciuti per loro.


In modo coerente con quest’ultimo aspetto, il narcisista introverso non mostra la propria rabbia silente in modo plateale come farebbe un overt. Essi affrontano persone o circostanze spiacevoli in modo passivo-aggressivo. In seguito ad un torto reale o percepito potrebbero comportarsi come se nulla fosse successo per poi ignorare palesemente colui che reputano l’autore del torto. Altro aspetto da tenere in considerazione è la loro tendenza a dare messaggi paradossali. Un esempio che può essere ricollegato alla loro aggressività passiva è incolpare l’altro del male che loro stessi gli stanno facendo.


Il narcisista introverso può essere molto difficile da identificare se non si è ben addestrati a riconoscere i vari sottotipi di narcisismo, o perfino non sapere che questo particolare sottotipo esiste. In genere chi trascorre del tempo con qualcuno che ha questo disordine tende a considerare queste persone come insicure e fastidiose ma non le riconosce come narcisiste proprio per i loro aspetti che appaiono molto diversi da quelli del narcisista comunemente conosciuto.





7.096 visualizzazioni