Ipnosi per smettere di fumare

Il problema del tabagismo va affrontato sia da un punto di vista psicologico che da uno fisiologico. L’ipnosi permette di affrontare il problema sotto entrambi gli aspetti. 

Dal punto di vista fisico essa permette di ridurre e eliminare eventuali disturbi causati dall'astinenza. Dal punto di vista psichico permette di affrontare i problemi dell'ansia, di eliminare l'impulso a fumare, di agire su quegli aspetti della personalità che contribuiscono a mantenere la dipendenza.

Anche in questo caso, come nel trattamento dell'obesità, il trattamento del tabagismo sembra avere efficacia sia nelle sedute individuali sia nelle sedute di gruppo. Tuttavia la maggior parte degli autori preferisce l'uso dell'ipnosi in sedute individuali adattando le suggestioni alle caratteristiche personali del soggetto.

 

Per quanto riguarda le variabili che influenzano l’efficacia del trattamento ipnotico, sembra esserci una maggiore percentuale di successo per i soggetti altamente ipnotizzabili sebbene non tutti gli autori concordano su questo aspetto. Infatti, sono stati riscontrati buoni risultati anche in persone scarsamente ipnotizzabili. Un fattore che sembra avere una rilevanza importante e che influisce notevolmente sull'esito, è la motivazione del soggetto. 

L'importanza della motivazione è stata messa in evidenza da numerosi autori. Essi hanno notato che i soggetti che avevano superato l'astinenza attraverso l’ipnosi dichiaravano di essere stati molto motivati a smettere di fumare. Altro aspetto importante è l’addestramento all’autoipnosi come parte complementare del trattamento, allo scopo di rafforzare i risultati ottenuti. 

 

Nella letteratura, la percentuale dei risultati è molto variabile e va dal 20% al 90% dei successi. Altri autori ritengono che è difficile avere insuccessi se il paziente è motivato e manifesta un buon transfert verso la persona del terapeuta e se sono somministrate buone suggestioni ipnotiche e post ipnotiche.